Costume Quest – É un JRPG, ma light!!!

Io e gli JRPG non ci siamo mai capiti… il primo che giocai fu Final Fantasy VIII, ed essendo veramente giovane non ci capii assolutamente niente e nonostante tutto riuscii ad arrivare alla fine del primo di ben quattro CD, il tutto per rimanere bloccato in una stanza a causa di un passaggio che non vidi e allora non era certo come adesso che basta andare a consultare una guida su internet, prima rimanere bloccati significava dover abbandonare un gioco, e così fu. Dopo quell’esperienza il mio rapporto col genere ne uscì in qualche modo logorato e cominciai a discostarmene sempre di più, nessun JRPG mi piaceva abbastanza da essere portato a termine. Continua a leggere

Annunci

Borderlands – Benvenuti su Pandora!!! (Mica quella di Avatar)

Visto che lo hai nominato nello specialone dedicato alla GamesCom hai ben pensato che una recensione di Borderlands ci stava come il ragù sulla mortadella (“Che schifo!!!” direte voi, ma provatelo e poi mi dite) e quindi eccoci qua a parlare di questo gioco, che é uno shooter ma anche un po’ gioco di ruolo ma anche un po’ MMO e pure un po’ puzzle game (no puzzle game no ma ti pareva brutto fermarti a tre generi). Chiariamo fin da subito che con ’sto gioco hai una specie di rapporto amore/odio, che ci hai giocato la bellezza di settanta ore ma le ultime venti non finiva più e bramavi la fine, in cui hai pensato che forse farsi tutto il gioco comprese le espansioni tutto di fila non era poi ‘sta grande idea e sei arrivato ad un certo punto ad odiarlo profondamente e a maledire Gearbox che lo ha fatto, a 2K che lo ha distribuito e al tizio che lo ha portato all’OpenGames e a loro che mettono l’usato a 19.90 ma in pratica sono venti che i dieci centesimi non te li rendono mai. Continua a leggere

A caval Donato non si guarda in bocca… ma a cavallo Gianni sì!!!

É estate, fa un gran caldo e spesso e volentieri si accende la console o il computer, si fa partire un gioco ma lo si stacca subito perché ci si accorge che magari iniziare per l’ottava volta Borderlands non é la cosa più rilassante del mondo e con grande, grandissimo stupore scopri che stai cercando un gioco casual e non ne hai nemeno uno, quello é multiplayer e se sei rilassato non ti fanno neanche entrare in partita e rischi serie minacce di morte da parte della tua squadra, quell’altro é un gioco di ruolo da 874 ore e non c’hai la forza d’animo di ricominciarlo, un altro si chiama Ninja Gaiden e ti incazzi solo a sentirlo nominare, a Braid non ci giochi perché hai spento il cervello appena é iniziata la bella stagione, quindi che fare?!? Continua a leggere

Limbo – “Nel mezzo del cammin di nostra vita…

…mi ritrovai per una selva oscura, ché la diritta via era smarrita”. Così recita la prima terzina dell’Inferno di Dante, senza troppi preamboli, senza alcuna premessa o futile introduzione il poeta ci catapulta con forza nell’opera. E nello stesso modo inizia Limbo. Senza nessun prologo che ci illustra cosa stia accadendo, chi sia il protagonista e neanche quale sia il suo scopo, Limbo inizia e basta, con un bambino di cui non si sa nulla, sdraiato su un prato e perso in una foresta fatta di silhouette e scale di grigi. Ma cominciamo per gradi. Limbo é un puzzle/platform in 2D sviluppato dai Playdead Games, sviluppatori indipendenti danesi, e disponibile inizialmente solo su Xbox Live (faceva parte della Summer of Arcade dello scorso anno) e da qualche tempo anche su PS3 e Steam. Continua a leggere

Fable 3 – C’era una volta un gioco molto controverso…

Molti di voi diranno che spalare letame su Fable 3 é un po’ come sparare sulla Croce Rossa o, come piace dire al sottoscritto, come picchiare un uomo mentre sta sul water e che oramai lo sanno tutti che non é ‘sto capolavoro che millantava Molyneux, il famoso frullatore, che lo ha detto pure lui che non é ‘sto granché (ma tanto già se lo so’ comprato tutti e chissene) e bla bla bla… ma dopo che spendo settanta pippozze ce lo avrò pure io il diritto di dire la mia o no?!? Ora vorrei saltare con grande gioia tutta la parte di introduzione e cominciare subito a parlarne ma dato che non tutti sono colti come il sottoscritto, diciamo cos’é Fable 3: questo popò di gioco é un action/gioco di ruolo/simulatore di vita/pasta e fagioli dai toni fiabeschi e vagamente fantasy sviluppato da Lionhead Studios (capeggiati appunto da Molyneux, lo sbattitore elettrico) e distribuito da Microsoft Game Studios per Xbox 360, ma da qualche mese é uscito pure su PC (che culo). Continua a leggere

Gli Obiettivi, il righello virtuale!!!

Da quando possiedo una Xbox 360 mi son sempre domandato come mai la maggior parte dei videogiocatori ha una folle ossessione per gli obiettivi. Spesso mentre gioco online sento gente che comincia a dire cose del tipo “Tu lo hai sbloccato l’obiettivo di pettinare i licaoni?” “No, ma ho sbloccato quello di smacchiare i leopardi” e altre frasi del genere, che a me ricorda non poco quando da ragazzini ci portavamo il righello nei bagni
(il resto non lo scrivo perché é di facile intuizione) e questa analogia, se prima mi faceva sorridere, sta iniziando a farmi pensare a quale sarà mai il motivo per cui la gente ha bisogno di confrontarsi sempre e comunque con le altre persone, in qualsiasi situazione, e purtroppo oltre all’ovvio “é nella nostra natura” non riesco a trovare altre risposte. Continua a leggere

Avvistata una GOTY per Red Dead Redemption

Sembrerebbe proprio che quei geniacci di Rockstar, dopo aver fatto molto parlare di se con il fattaccio Team Bondi, tra una frustata ad un game designer e una pedata in bocca a qualche povero sound director abbiano tutta l’intenzione di rilasciare un’edizione GOTY (gioco dell’anno) del gioco preferito da Tex Willer compresi DLC vari, tra cui Undead Nightmare, l’espansione a tema “zombesco”. Ora non avete più scuse per non comprare uno dei migliori giochi di questa generazione, e se non lo prendete neanche adesso ho solo due parole per voi: siete stronzi!

Lara Croft and the Guardian of Light – Rotola, rotola, strada facendo rotola…

Dopo quasi un mese di mio assoluto silenzio (che culo eh?) torno prepotentemente con una veloce recensione di un titolo Xbox Live Arcade (ma disponibile su una miriade di altre piattaforme), il blasonatissimo Lara Croft and the Guardian of Light. Allora cos’é ‘sto popò di gioco? Questo titolo, sviluppato per conto di Square-Enix da Crystal Dynamics, é uno spin-off della famosissima saga Tomb Raider, di cui Lara Croft ne é l’indiscussa protagonista, ma rispetto agli episodi classici della serie si differenzia per tre aspetti fondamentali ovvero la visuale che diventa isometrica abbandonando la classica terza persona, l’impostazione più da puzzle/platform che da vero e proprio adventure e la possibilità di giocarlo in cooperativa, cosa che muta drasticamente le soluzioni ai vari puzzle. Continua a leggere

Batman: Arkham City, l’Enigmista si mostra

Ecco a voi un nuovissimo trailer per l’ultima fatica videoludica del detective incappucciato con protagonista niente popò di meno che l’Enigmista, l’enigmatico (perdonate il gioco di parole) cattivone del fumetto DC. Il gioco, in sviluppo negli studi Rocksteady, uscirà il 21 ottobre di quest’anno per Xbox360, PC e PlayStation 3. Qui il link del video.

Nuovo trailer per Serious Sam 3: BFE

Nuovo scompisciante trailer di Serious Sam 3: BFE in cui si intervista uno dei famosissimi “bombaroli” kamikaze senza testa urlanti (come facciano ad urlare non ci é dato sapere). Ricordiamo che il gioco ancora in fase di sviluppo da parte di Croteam e la sua data di rilascio non é ancora stata confermata. Eccovi qui il link del video.